Samantha

Samantha non è né giovane né vecchia ma è tenuta bene e viaggia a testa alta con gran dignità. Samantha batte bandiera Brasiliana ed è mantenuta a galla e in ottime condizioni da due tra le più belle persone che mi sia capitato d’incontrare nella vita. 

Samantha è stato il mio regalo di compleanno. 

Samantha è stato un caso. 

Come tutte le cose belle l’ho trovata mentre cercavo altro. Facevo un paio di conti su come amministrare il mio spazio là dove ci sta la metà di me e l’altra con non poche paure pensa di andare. Alla fine il mio spazio non l’ho trovato dove sembrava più logico che fosse. invece si continua a cercare. 

Pero’ho trovato Samantha e mi sono fatta un’idea più precisa su un paio di cose importanti della vita e secondo me è molto di più.

Samantha, dicevamo, ha buttato l’ancora di fronte  all’isola Chichime, arcipelago di Sanblas. Il posto da cui prendono spunto le scenografie dei tuoi sogni di aprire un chiringuito sulla spiaggia. Si. Anche dei tuoi, che magari non l’hai mai sentita nominare e adesso lo sai.

Si chiama Sanblas.

Ma tanto non lo potresti fare perché è territorio esclusivo dei kunas e bene che sia così.

Samantha a vele spiegate mi ha condotto all’incontro con me stessa. Sigue El brillo del sol!

 Sono partita sola e son tornata parte di qualcosa. Il bello del viaggiare da soli è anche  un po’questo. Viaggi nudo perché non ti porti appresso la visione di te di nessuno. E quello che dai è esattamente quello che hai da dare. Sono stata fortunata e per tutta una serie di contingenze questo viaggio si è arricchito d’incontri perfetti.

Nessuna collisione.

Un’armonia  di vite che si sono intrecciate in maniera naturale per pochi, pochissimi giorni. Uno in più e non sarebbe stata la stessa cosa. La consapevolezza di sapere che momenti come questi dipendono da un intricato sistema di magie che non si possono chiedere ma succedono e basta mi ha pacificato pure con alcune cose. 

Anche questo è stato Samantha.

Ho speso il mio tempo con due creature che hanno lasciato che sbirciassi nella loro dura e incantevole vita. Frutto di una scelta. La più logica che ci sia. Di vivere lavorando e godendo a più non posso di quello che il mondo ha da offrire. Figli del mare.

Cuori mozzafiato. 

Con tranquillità, le giornate passavano tra tuffi all’alba, la pesca, l’incontro molto ravvicinato con un Placido squaletto, il dono di una torta di compleanno che ci ha messo due ore e mezza a cuocere perché Samantha ha un forno che fa un po’cagare. 

Inutile dire che era buonissima. 

Il salvataggio di un talingo che stava affogando. Un doppio carpiato lanciato da una palmetta mentre bimbi kunas se la ridono di gusto per il risultato non del tutto soddisfacente, a loro avviso. La visita sul catamarano “selfmade”di un tizio Tedesco incredibile. Un pirata. E poi le feste dai vicini. Chitarre, birrette. Parole dette con gli  occhi. Calmi. Miriadi di bianchi e sinceri sorrisi.

Non abbiamo mai smesso di cantare. Io che mi vergogno forse anche di essere nata non potevo staccarmi dal mio ukulele. K. Da sempre, corpo e anima con la sua chitarra. È stato cantando che ci siamo raccontati chi siamo. Tutti e tre piacevolmente  colpiti da questa cosa. Mai successo di stare qui, così. A te? 

Tutto il resto rimarrà tatuato nel cuore. Benzina per i momenti più bui. Mio e basta.

Non ho mai smesso di pensare a questa cosa: C’è chi cerca la felicità e c’è chi cerca la bellezza. La felicità è legata all’Io. All’Io voglio per la precisione. La bellezza è tutta del Se’. La bellezza vive in quei momenti in cui semplicemente sei grato di esistere. Vorrei che la mia vita fosse una lunga catena di momenti di pura bellezza. Quest’anno è stato un anno duro e speciale. Ma nessun dolore e Pregno di momenti di bellezza.

C’è stata Samantha. 

Ho rivisto i tuoi occhi. 

Ed ho capito che “casa” è la’ dove il cuore è in pace.  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...